Armonie e disarmonie: la Medicina Tradizionale Cinese come guida verso una vita sana e longeva


MEDIA / sabato, settembre 24th, 2016

La Medicina Tradizionale Cinese e le cause interne ed esterne che ti influenzano ogni giorno

Senti che qualcosa non va ma non capisci perché?

Hai problemi alle ossa che non riesci a risolvere?

Non sai più a chi rivolgerti per far passare il tuo mal di schiena?

Se stai leggendo questo articolo è perché non ne puoi più e vuoi risolvere davvero il tuo problema. Bene, è un ottimo punto di partenza: la volontà di risolvere qualcosa è fondamentale.

Sono qui per parlarti della Medicina Tradizionale Cinese e del perché dovresti darle il beneficio del dubbio per risolvere il tuo problema.

Prima di iniziare voglio chiarirti un fatto: la medicina cinese non utilizza una teoria anatomica paragonabile alla medicina occidentale, ma questo non significa che essa non sia scientifica o che non abbia condotto a risultati scientificamente accertati.

La medicina tradizionale cinese (MTC) affonda le sue origini sulla millenaria esperienza ed osservazione dei medici orientali, che hanno affinato con i secoli la loro pratica fino ad arrivare ad una conoscenza efficace e dimostrata.

 

Voglio farti capire quanto sia importante recuperare vitalità esteriore e pace interiore in un ciclo naturale di armonia a 360° - un concetto ben noto anche ai monaci Shaolin, veri esperti del settore e campioni di benessere, salute e longevità.

Chi sono i monaci Shaolin? Sono dei monaci buddhisti che da circa 1500 anni praticano la loro via dell’armonia ai piedi del Monte Song Shan. Praticano la dottrina del monaco Bodhidharma, meglio conosciuta come Buddhismo Zen, che racchiude principi di meditazione statica e in movimenti, medicina naturale, arti marziali e filosofia.

I Maestri Shaolin affermano che ogni malattia, fisica o psichica, ha le sue reali radici in una volontaria o involontaria infrazione dell’armonia universale interna o esterna al tuo corpo.

Stai male quando infrangi una delle leggi della natura o dell’ordine universale (dharma) su cui si basa appunto il tuo equilibrio.

Se infrangi il dharma stai chiedendo al tuo corpo qualcosa che esso non può darti e conseguentemente il tuo sistema immunitario viene danneggiato e diventa molto più vulnerabile.

Se segui la naturale armonia del tuo corpo e impari a rispettarla, il tuo sistema immunitario ne trarrà immensi benefici. E non sottovalutare l’importanza di una corretta consapevolezza di sé stessi: quando capirai la reale portata della tua Natura spirituale e smetterai di identificare te stesso con la tua sola struttura corpo-mente, avrai nuovamente a disposizione i tuoi strumenti di guarigione.

Una concezione alternativa e che funziona.

Sapevi che nella medicina tradizionale cinese anche il concetto di organo è nettamente diverso da quello presente nella medicina occidentale?Dr Leo Chen

I cinesi non danno infatti grande importanza alla reale struttura morfologica dell’organo preso in considerazione, ma rivolgono invece la loro attenzione ai complessi funzionali e alle loro modalità di interazione interne ed esterne.

La medicina tradizionale cinese dunque non pone l’accento sull’organo in sé, ma sulle sue funzioni e relazioni con le altre parti del corpo, il modo in cui interagisce con l’energia vitale, con il sangue e le connessioni nervose.

Questo diverso modus operandi fa sì che mentre alcuni organi coincidano nella teoria medicale delle due tradizioni, altri non siano presenti in entrambe: come ad esempio il pancreas, non riconosciuto dalla MTC, o il triplice focolare, non riconosciuto in Occidente perché privo di un caratteristico substrato anatomico.

Ma voglio dirti di più: la medicina tradizionale cinese inoltre non presuppone una distinzione lineare tra materia ed energia: il Ch’i, l’energia vitale che avvolge tutto e tutti può essere infatti inteso come aria respirata, come energia di nascita, energia di vita. Mentre il medico occidentale definisce sangue quel liquido rosso che scorre nelle vene del corpo umano, per il medico cinese quello è solo una parte del concetto più ampio di sangue: non si tratta di mera sostanza, ma di una forma effettiva di energia e attività organica.

E il Ch’i come il sangue e gli organi non deve essere considerato secondo una modalità puramente descrittoria, ma più specificatamente funzionale – cosa fa, come lo fa e quello che essenzialmente è. Non serve a nulla cercare di capire la natura del Ch’i, ma è fondamentale capire come funziona.

Esso è alla base delle armonie e delle disarmonie del corpo umano: un flusso naturale e regolare di energia equivale ad uno stato psico-fisico di pace e serenità, così come un flusso interrotto, malato è invece causa di disagi e dolori articolari e muscolari.

Secondo la visione della MTC il Ch’i scorre in canali energetici, i cosiddetti meridiani, dei percorsi che formano un sistema a sé stante indipendente dal tragitto anatomico dei nervi e dei vasi sanguigni, pur inglobando al loro interno alcuni dei maggiori punti di snodo anatomici.

Si tratta di una rete invisibile, ma dotata di una dettagliata realtà fisica che ospita vita, energia e sangue. E’ interessante notare che sangue e Ch’i sono strettamente connessi in un rapporto di reciproca dipendenza, dove il Ch’i è la guida del sangue e quest’ultimo una sorta di matrice del Ch’i . A volte succede che la circolazione del Ch’i viene interrotta in alcuni punti, causando malattie e disturbi del corpo umano.

Le sessioni di digitopressione e manipolazione tradizionale cinese servono proprio a rimuovere questi blocchi e ristabilire una giusta connessione ed equilibrio nel flusso regolare interno, creando un collegamento efficiente tra esterno e interno e riequilibrando le disarmonie organiche.

La medicina cinese rispetta l’integrità della persona perché non crea un fasullo dualismo mente-corpo: essa non distingue i problemi fisici da quelli psichici/emozionali perché riconosce la loro stretta dipendenza, la terapia del medico cinese non si limita infatti alla risoluzione del singolo sintomo, ma cura la vera radice della malattia, eliminando le possibilità di manifestazioni ulteriori, sia fisiche che emozionali.

Ora, dopo aver letto queste preziose informazioni prova a pensare alla tua vita e alla tua routine quotidiana: rispetti l’armonia che il tuo corpo merita ed esige?

Dr. Leo Chen

Dr. in Medicina Shaolin - Specialista in Osteopatia Orientale