Perdere i Capelli: il Rimedio Shaolin contro l’Alopecia


BENESSERE GLOBALE / martedì, febbraio 20th, 2018

Perdere i capelli è un evento spesso connesso alla nascita di forti tensioni.

Non è un caso se, nel linguaggio comune ci riferiamo a modi di dire quali 'c'è da strapparsi i capelli', perché l'alopecia si lega alla presenza di tensioni e di emozioni come la mancanza di protezione, la scarsa autostima e la separazione.

Di conseguenza, quando viviamo un periodo della nostra vita particolarmente difficile, non solo stressante per il troppo lavoro o i troppi impegni, i nostri capelli tendono ad indebolirsi e, di conseguenza li perdiamo.

Se questo accade è arrivato il momento di farci delle domande come ad esempio:

Ho provato delle emozioni di separazione dalle persone che amo?

Mi sto allontanando dal lavoro o rischio che vi siano forti cambiamenti in questa sfera della mia vita?

rimedi alopecia

Queste domande sono importanti, e possono sicuramente 'far male'.

Ma ricordiamoci che solo prendendo coscienza di questi stati di tensione possiamo rafforzare la fiducia in noi stessi e, di conseguenza, migliorare il nostro aspetto fisico.

Sì, perché il corpo riflette le nostre emozioni e i nostri sentimenti.

Guardare dentro a noi stessi è il primo passo per bloccare il processo che ci fa perdere i capelli e rivoluzionare il ciclo vitale affinché essi possano tornare alla normalità e riscoprirsi forti e sani.

Sì, perché anche in questo caso dobbiamo farci forza e non guardare al rimedio veloce che possono essere le fiale o un trattamento superficiale, ma andare alla causa del problema, ovvero a ciò che ci fa perdere i capelli.

Questo approccio è parte della Medicina Tradizionale Shaolin e lo troviamo nel metodo Dan Tian del Dr. Leo Chen: la volontà di andare alla causa del problema per guarirlo definitivamente e per iniziare un processo di guarigione lungo, che resiste nel corso del tempo e che coinvolge il corpo, la mente e lo spirito.

perdita dei capelli

Perdere i capelli: le cause secondo la Medicina Tradizionale Cinese

Nella Medicina Tradizionale Cinese l'alopecia, o perdita dei capelli è strettamente legata ai reni e viene suddivisa dalla Medicina Tradizionale Cinese in tre tipi:

- l'alopecia da calore

- l'alopecia da stasi

- l'alopecia da deficit

vediamole nel dettaglio.

Alopecia da calore: si manifesta con la perdita dei capelli a chiazze ed è spesso legata ad un forte prurito. In questo caso la Medicina Tradizionale Cinese opera con l'agopuntura intervenendo sui punti di calore, come lo Shan Men, ovvero la piega del polso e il Tai Xi, un punto specifico che si trova vicino ai tendini di Achille. Ricordiamoci che la Medicina Tradizionale Shaolin sfrutta i punti energetici rilevati dai monaci guerrieri nel corso della storia (imparati praticando le arti marziali), manipolandoli o trattandoli con l'agopuntura per sbloccare il flusso di energie che scorre dentro al nostro corpo e permettere che si riequilibrino in modo naturale. Scopo di questi trattamenti specifici è purificare il calore e migliorare le funzioni renali, perché come abbiamo detto, l'alopecia è strettamente legata alla buona salute dei reni.

Alopecia da stasi: in questo caso il perdere i capelli si lega al dolore ed è un processo che si protrae gradualmente nel corso del tempo. Il dolore si chiama tricodinia e può diventare molto fastidioso se non viene fatto qualcosa in tempi brevi per bloccare la caduta dei capelli. In questo caso la Medicina Tradizionale Cinese agisce sul dorso del piede sul punto Tai Chong e sul dorso del diaframma per attivare il calore, perché agendo su questi punti la circolazione sanguigna può essere migliorata.

Alopecia da deficit: questa caduta dei capelli è fra le più comuni e parte da un punto al centro del capo per espandersi verso l'esterno, come la chierica. In questo caso la Medicina Tradizionale Cinese interviene su più punti energetici, come il Pi Shu, ovvero il dorso della milza, il Bai Hui che un punto dislocato in cima alla testa e il Zu San che si trova sotto la rotula.

In definitiva, grazie alla conoscenza dei punti energetici segreti, i monaci Shaolin trattano la caduta dei capelli partendo dalla circolazione sanguigna e dai reni, perché l'alopecia è strettamente legata alla buona salute di questi organi.

La funzione dei reni è quella di filtrare il sangue e di trasformare in urina i prodotti di scarto del sistema digerente. Ma l'affascinante Medicina Shaolin ci insegna che essi sono legati a specifiche emozioni, soprattutto alla paura e al timore della separazione.

Se abbiamo reni forti ci sentiamo potenti, coraggiosi e pieni di energia sessuale. Questo perché i reni si legano alla trasmissione della vita e sono emblematicamente legati all'acqua che è il simbolo della vita, la sorgente delle trasformazioni e quindi della creatività e del pensiero vivace.

Al contrario, se i nostri reni non funzionano come dovrebbero indicano che possono esserci problemi di stabilità nella nostra vita, nel trovare il giusto equilibrio soprattutto fra l'attività che si lega al rene sinistro e la passività che si lega al rene destro.

Le tensioni renali ci comunicano quindi che possono essere problemi legati alla paura dell'abbandono, ma anche al distacco da una situazione che crea in noi comfort. Può trattarsi di qualcosa legato alla sfera emotiva, ma anche professionale, come la paura della perdita del lavoro.

alopecia

Perdere i capelli: il forte legame con il cibo

La medicina Tradizionale Shaolin si basa sull'assunto che il cibo ha un valore terapeutico. Per questo ci sono dei cibi che aiutano a combattere il perdere i capelli e altri che, viceversa, aiutano a fermare questa situazione e a dare il via al processo di guarigione.

In particolare i cibi che devono essere evitati quando ci accorgiamo che stiamo per perdere i capelli sono la carne troppo proteica che sappiamo affaticare i reni così come tutto il processo digestivo, i latticini, lo zucchero e tutte le bevande troppo zuccherate, ma anche alcuni vegetali come i frutti tropicali che sono troppo dolci ( banane, ananas, caffè, cioccolato) e verdure quali le solanacee, quindi le melanzane e anche le patate.

Quali cibi aiutano a non perdere i capelli?

Sicuramente tutte le verdure e le radici, che apportano molta acqua e facilitano il lavoro dei reni, grazie anche alle fibre naturali e ai sali minerali in essi contenuti, quindi i legumi per il leggero ma nutriente apporto proteico.

I consigli del Dr. Leo Chen

rimedi contro l'alopeciaIl Dr. Leo Chen consiglia di mangiare cibi neri per contrastare il perdere i capelli, perché rafforzano l'energia dei reni. Cerchiamo quindi di inserire nella dieta i fagioli neri, le alghe, l'uva nera e il cavolo nero, tutti alimenti che sono un vero e proprio toccasana per combattere l'alopecia e la perdita dei capelli.

Ci sono dei rimedi naturali che possiamo fare da soli per combattere la perdita dei capelli?

Certo, oltre a programmare una dieta sana e che contenga i cibi neri sopraelencati è buona norma tenere i reni al caldo, quindi proteggerli vestendoci con cura e senza mai scoprire la lombare, soprattutto se fa freddo.

È molto benefico massaggiare i reni e scaldarli, anche con il giusto movimento e massaggiare il capo nell'area del Bai Hui, perché aiuta a far fluire la circolazione del sangue e ad evitare che la perdita dei capelli diventi progressiva.

massaggio alopecia

Questa saggezza deriva dall'antica Medicina Shaolin, frutto di millenni di studi dei monaci guerrieri e oggi diffusa dal Dr. Leo Chen con il suo metodo Dan Tian. Perdere i capelli è uno stato difficile da affrontare ma, grazie a questi consigli, possiamo lavorare su due fondamentali fronti: la nutrizione alimentandoci con i giusti cibi e l'aspetto psicologico, che ci aiuta a capire perché stiamo per perdere i capelli.

Solo in questo modo possiamo andare a fondo del problema, capirne le cause e accettarle, lavorando allo stesso tempo con la giusta dieta per arginare il problema e gettare le basi di un felice processo di guarigione.

Scopri se il tuo dolore è causato dal Bacino


Scopri se soffri di qualche sintomo in particolare o se hai una postura sana

Compila il campo qui sotto per ricevere un'email con il nostro test gratuito


garanzia Dr. Leo Chen

Il Dr Leo Chen e il suo staff credono nella forza e nell'efficacia dei trattamenti proposti. Per questo motivo offrono ai clienti 30 giorni di tempo per provare il metodo. Se in questo arco di tempo pensi che la terapia non faccia per te, ti restituiremo quanto hai speso, senza problemi di sorta. 

Clicca qui per saperne di più!

I medici tradizionali cinesi non sono dottori in medicina occidentale.
Non effettuano diagnosi e non basano la loro correzione manuale su sintomi e malattie. I trattamenti si basano sul potere di autoguarigione dell'organismo.

Il Metodo del Dr. Leo Chen non deve essere considerato un trattamento medico e le persone che si rivolgono allo studio non vengono considerate pazienti o malati, ma semplicemente clienti. Il Metodo del Dr. Chen è un trattamento che si concentra sul corretto allineamento del bacino. Non vi è nessuna pretesa di sostituirsi al medico di fiducia.