Spondilosi cervicale: cause e terapie adeguate

spondilosi cervicale
spondilosi cervicale problemi

Oggi ti invito a leggere il caso del Sig. Rossi, manager di 46 anni che lavora ogni giorno molte ore al computer. Il Sig. Rossi soffre di dolore cronico alle spalle e al collo da oltre un anno, e avverte un formicolio al braccio sinistro con intorpidimento.

Diagnosi: spondilosi cervicale.

Se hai già sentito questo termine, un po' difficile da pronunciare, saprai che la spondilosi cervicale è un disturbo cronico che si verifica a seguito dell'usura delle vertebre che si trovano all'altezza del collo. Si tratta di una conseguenza della degenerazione di un'artrosi che interessa il tratto cervicale.

Tecnicamente, la spondilosi cervicale riduce le dimensioni del canale vertebrale, quindi dello spazio che i nervi hanno a disposizione per scorrere al loro interno.

Cause della spondilosi cervicale

Le cause maggiori e più conosciute della spondilosi cervicale sono:

  • l'avanzare dell'età;
  • i vizi posturali, quindi la postura scorretta;
  • stare molto tempo al computer tenendo una posizione curva
  • peso in eccesso;
  • traumi come ad esempio il colpo di frusta

La spondilosi cervicale è una malattia che interessa soprattutto chi svolge lavori d'ufficio e che porta con sé un fortissimo dolore fisico, ma anche rivolti psicologici, quali la paura di non poter dare il massimo al lavoro, quindi il declino della propria qualità di vita.

La spondilosi cervicale si manifesta infatti, con fitte e riduce di molto i movimenti degli arti quando è uno stato avanzato. E' importante notare che questa malattia non si limita solo ai professionisti, ma insorge anche in chi studia molto assumendo posizioni sbagliate come, ad esempio, gli studenti che passano molte ore curvi sui libri o davanti al monitor del computer.

Ecco che la spondilosi cervicale ha subito un aumento in termini di persone che ne soffrono e anche una diminuzione dell'età in cui si manifesta, pur essendo una malattia solitamente legata all'avanzare degli anni e alla conseguente usura del sistema cervicali.

Spondilosi cervicale come agire

La spondilosi cervicale è una malattia molto debilitante, quindi è importante in primo luogo riconoscerla, affidandosi alla diagnosi specialistica.

Una volta configurata, la spondilosi cervicale deve essere affrontata con la giusta terapia manuale e anche con la correzione delle abitudini di vita e di postura errate.

Ecco che la concezione della medicina Shaolin può aiutarti a combattere questo problema e a ritrovare il benessere. Nell'antica tradizione Shaolin i monaci lavorano ogni giorno per mantenere un corpo forte e sano, per vivere senza stanchezza e con uno stato mentale positivo, privo di rabbia.

Il metodo del Dr. Chen, unico attualizzatore incaricato ufficialmente in Italia di praticare la medicina Shaolin si basa su questi princìpi e li mette in pratica con l'analisi del bacino e delle patologie ad esso connesse.

Ti invitiamo a scoprire come funziona il metodo messo a punto dal Dr.Chen e a richiedere una consulenza telefonica gratuita della durata di dieci minuti circa, che puoi effettuare anche via Skype. Grazie alla consulenza telefonica puoi capire come puoi agire per raggiungere il benessere totale, seguendo un metodo naturale e privo di farmaci, ma basato sull'antica e potente medicina dei monaci Shaolin.

Ecco alcuni suggerimenti utili per prevenire la spondilosi cervicale

Prevenire la spondilosi cervicale è possibile e opportuno se anche tu rientri nella fascia di persone che stanno molto al computer o che svolgono studi e lavori che chiedono di stare molto curvi a leggere o scrivere.

1. Scongiurare le lesioni delle spalle e del collo. Evitare di assumere una posizione arcuata in qualunque occasione, che tu stia leggendo un libro o lavorando al computer. Per i professionisti, la migliore postura da mantenere durante il lavoro è la posizione seduta naturale, regolando l'altezza del tavolo tra le sedie per evitare un eccessivo carico. Un buon esercizio è ruotare la testa, per almeno un minuto ogni ora. Questo esercizio ammorbidisce e rende più elastici i muscoli del collo e dell'area cervicale.

2.Tenere il collo al caldo per migliorare la circolazione sanguigna. In autunno e in inverno, è meglio indossare abiti a collo alto per proteggere queste aree dal freddo e dall'umidità. Anche i bagni caldi e i massaggi mirati sono un vero e proprio toccasana per evitare la spondilosi cervicale;

3. Dormire! Sì, dormire, nella posizione corretta in posizione laterale e con un buon cuscino posizionato all'altezza delle spalle è un toccasana per prevenire la spondilosi cervicale;

4. Evitare i movimenti bruschi: i movimenti bruschi fanno molto male all'area cervicale, quindi è importante muoversi dolcemente e con calma, riscaldarsi con i giusti esercizi prima di fare attività fisica e, al termine, fare i giusti esercizi di rilassamento.

Se anche tu avverti i sintomi della spondilosi cervicale non aspettare.

Fissa un appuntamento con il Dr. Chen, perché puoi approfittare della consulenza gratuita telefonica che ti riserva. Si tratta di una telefonata che puoi fare anche via Skype e che ti permette di esporre allo specilista i tuoi problemi, e accordarti sul trattamento più favorevole da seguire per guarire dal dolore e ritrovare il tuo benessere completo.

Dr. Leo Chen

Dr. in Medicina Shaolin - Specialista in Osteopatia Orientale