Uomini o bovini da sezionare? Una Riflessione sui Dolori alla Schiena

A voi una riflessione, forse un po' schietta, ma che sa rendere l'idea dell'iter che molte persone sono costrette a seguire quando soffrono di dolori alla schiena o in qualsiasi altra parte del corpo:

Non siamo carne da macelleria.

Non siamo bovini da sezionare.

Ti è mai capitato di avere un mal di schiena così forte da non riuscire nelle più semplici attività quotidiane, come lavorare, guidare o fare la spesa?

Persino dormire spesso diviene difficile e doloroso...a volte proprio impossibile!

Per non parlare di quel senso di rigidità che non ti fa stare comodo quando ti siedi, neanche su una comoda poltrona, neanche su una sedia, neanche a letto. Un vero incubo!

Difficoltà ad allacciarti le scarpe, infilarti le calze, prendere in braccio i bambini...

Il dolore diventa talmente acuto che è spesso necessario rivolgersi al medico. Quante volte è già successo?

In genere la prima persona a cui ti rivolgi quando avverti dolori alla schiena o in qualsiasi altra parte del corpo è il medico di famiglia, che ti da un buon antidolorifico, tanto per iniziare. Ben che vada l'effetto è farti stare un pochino meglio, ma non fa altro che rimandare il problema.

dolori alla schiena

Poco tempo dopo, purtroppo, la Strega si fa sentire con il suo noto colpo...ed eccoci daccapo con il nostro dolore, con i nostri problemi di movimento. E questa volta ci diciamo:

"...Vado dallo specialista!"

Incomincia così il solito iter, prima dal medico di famiglia, poi la richiesta di appuntamento al CUP...e iniziano lunghi giorni di attesa. Purtroppo nel frattempo la qualità della nostra vita peggiora, perché la vita va avanti lo stesso e non possiamo fare più giorni di malattia, se siamo dipendenti. Se invece lavoriamo per noi...neanche a pensarci, si lavora lo stesso e, malattia o non, francamente prendere ancora antidolorifici e fans non è possibile, ne va del nostro stomaco.

Ed eccoci arrivati al giorno della visita: il fisiatra ci guarda attentamente e si muove di qua e di là. Ci prescrive  Tens per 10 giorni, ultrasuoni, tecar terapia per altri 10. Ed ecco che siamo entrati senza accorgerci nel loop del bovino da sezionare.

Proviamo il chirurgo, che giusto giusto ci consiglia un intervento...

Ci troviamo sempre in giro, rimbalzati qua e là dai vari studi, e non arriviamo mai alla radice del problema e al benessere.

Nel frattempo i mesi passano e sotto sotto iniziamo a rassegnarci, ci barcameniamo con i vari cerotti da usare per le emergenze, magari qualche iniezione, gli antinfiammatori, ecc...

La nostra qualità di vita si impoverisce sempre più, svolgere le normali attività quotidiane diventa difficile.

Se soffri di mal di schiena o alla cervicale (o entrambe) sai benissimo di cosa sto parlando.

I tuoi argomenti di discussione vertono sullo stesso tema - i dolori alla schiena - e amici e conoscenti non fanno altro che consigliarti "il migliore specialista" a detta loro.

Ed ecco che sei di nuovo dall'osteopata. O nell'anticamera di un chiropratico. Forse dall'agopuntore. Come se già non le avessi provate tutte!

Cosa porta tutto questo? Il tempo scorre, le tue risorse finanziarie vanno sgretolandosi e il tuo morale crolla. Anche le relazioni risentono di questa ruota del criceto, che pensa di correre e migliorare mentre in realtà sta fermo sul posto.

Dolori alla schiena: perché non li affrontiamo da un altro punto di vista?

L'iter che ti ho raccontato (perdona il tono forse un po' colloquiale...) è ciò che, in sintesi, mi raccontano i miei numerosi pazienti. Tutti loro sono accomunati da un passato di questo tipo. Quando arrivano da me sono demotivati, persino scettici - molti pensano di ritrovarsi all'inizio di un film già visto.dolori alla schiena cura

Da diversi anni lavoro con diverse tecniche, sia orientali che occidentali. Applico un metodo basato sulla Medicina Cinese e sulle mie conoscenze dei metodi utilizzati dai Monaci Shaolin, gli stessi che venivano usati per curare l'imperatore.

Conoscendo tutte le diverse scuole e discipline, ho scelto di affidarmi alla terapia manuale orientale perché esiste e funziona da 5000 anni.

Sulla base della medicina orientale ho creato un nuovo metodo che considera l'uomo, nella sua dimensione corporea, emotiva e mentale, come un tutt'uno armonico, non come un pezzo. Per farti un paragone con le auto, io non ti do un ricambio, ma ti faccio una revisione completa...con tanto di convergenza!

Una volta interrotto questo equilibrio, si crea uno scompenso che genera il tuo disturbo.

I miei clienti percepiscono che il mio metodo aiuta a risolvere il problema alla radice, non a dare un palliativo. Prendere in grande considerazione l'equilibrio dell'organismo, quello è il nostro obiettivo assieme: l'equilibrio del corpo.

Aiuta a consapevolizzare, comprendere e correggere e consolidare. 

Ecco perché rivolgendoti al mio metodo sarà come rivolgerti a otto specialisti in una volta sola: il posturologo, il chiropratico, l'osteopata, il massoterapista, l'operatore tuinà, l'operatore Shiatsu, il medico Shaolin e il Medico Cinese, ottenendo un'unica, chiara risposta sui tuoi dolori alla schiena, finalmente.

E andando alla radice del problema, alla causa del sintomo, riuscirai a riportare l'equilibrio necessario e di conseguenza al benessere e all'armonia.

Dr. Leo Chen

Dr. in Medicina Shaolin - Specialista in Osteopatia Orientale