I segreti della medicina orientale per ritornare in forma dopo gli allenamenti fisici


BENESSERE GLOBALE / martedì, agosto 23rd, 2016

La Medicina Orientale aiuta chi pratica sport?

Siamo abituati ad immaginare gli sportivi e gli atleti olimpici come delle persone in ottima salute e prestanza fisica.

medicina orientaleMa, paradossalmente, troppa attività fisica, se portata agli estremi, può essere dannosa.

Se anche tu fai molto esercizio fisico, magari a livello agonistico, saprai che dopo un periodo intenso di allenamenti ci si può sentire tesi e indeboliti, avvertire insonnia e apatia, irritabilità e indolenzimento articolare, stanchezza, ritmo cardiaco accelerato, a causa di un alterazione ormonale che influenza il sistema centrale nervoso.

Da millenni la medicina orientale aiuta le persone a mantenere uno stato di salute e di benessere elevato e una delle sue applicazioni interessa l'attività fisica, quindi lo sport in qualunque forma venga praticato.

In questo articolo desidero spiegarti in modo semplice una serie di tecniche già utilizzate da molti atleti per scaricare la tensione e ritrovare l'energia dopo aver dato il massimo dagli allenamenti. Si tratta di una tecnica mirabile, figlia della medicina orientale, ma applicabile con semplicità alla vita moderna di tutti i giorni.

Ascolta la mia intervista a Radio 2 del 22/08/2016 sui rimedi contro la stanchezza


Scaricare la tensione: le regole della medicina orientale

Gli atleti olimpici devono dare il massimo, sempre. Per questo si sottopongono ad allenamenti massacranti, sia dal punto di vista fisico che mentale ed emotivo.

Per mesi e mesi prima delle gare, gli atleti si allenano tutti i giorni e seguono dei precisi ritmi di vita, con l'obbiettivo di avvicinarsi il più possibile al podio.

Ma questo sovrallenamento porta ad accumulare un eccesso di stress, di tensione e di contrazione, che raggiunge il culmine durante le gare.

Terminate le gare, l'organismo dell'atleta non è in grado di eliminare istantaneamente questo stato di contrazione psico-fisico indotto dagli allenamenti estenuanti.

Un esempio può forse chiarire questo stato. Quando il motore della macchina si surriscalda bisogna farlo raffreddare. Allo stesso modo, l'atleta che si trova in uno stato di eccessiva contrazione, deve trovare il modo di rilassarsi, per non arrecare danno e recuperare al meglio le energie.

Gli atleti hanno bisogno di alcune efficaci tecniche per scaricare la tensione e ritrovare l'equilibrio dell'organismo e questo può essere il tuo caso se, anche tu, fai molto allenamento fisico.

La buona notizia è che, a questo scopo, può venire in aiuto la medicina orientale, con la coppettazione e la terapia manuale orientale.

coppettazione medicina orientaleI prodigiosi effetti della Coppettazione

La coppettazione è in grado di aumentare fino a 200 volte la circolazione sanguigna. Riduce le tossine e l'umidità, restituendo energia e vitalità all'organismo.

La coppettazione è parte della medicina orientale praticata da millenni in Cina e in Oriente, ma sta salendo alla ribalta negli ultimi anni, dopo che moltissimi atleti olimpici ai Giochi di Rio hanno fatto mostra delle chiazze violacee sulla pelle, risultato del cupping.

Quali sono gli effetti della coppettazione, come si pratica e qual'è la sua storia? Leggi di più in quest'articolo e scopri come farla a casa tua.

 

punti energeticiLa Terapia Manuale nella medicina orientale

Questo è un altro efficacissimo rimedio contro lo stress e la tensione prodotti da eccessiva attività sportiva. Anche questo rimedio è parte della medicina orientale e proviene dall'antica Cina.

Attraverso

  • il riposizionamento del bacino e della colonna, e
  • un azione manuale molto profonda e incisiva

la terapia manuale orientale è in grado di rimuovere i blocchi energetici, ristabilendo la circolazione del Qi e riportando la vitalità.

Tieni presente che la terapia manuale orientale non è un semplice massaggio

La terapia manuale orientale ha degli effetti immediati, profondi e duraturi sulla salute, contro dolori e stress. Dunque questa terapia è qualcosa di più di un semplice massaggio rilassante.

agopuntura medicina orientaleI punti dell'agopuntura

Se proprio non riesci a farti praticare la coppettazione o la terapia manuale orientale, puoi stimolare da solo un paio di punti dell'agopuntura

Il primo è il "punto 6" che vedi in foto.

Un altro punto molto importante che puoi stimolare è il punto "Tanzhong" (nel centro del torace).

E' il luogo dove le energie provenienti dalla respirazione si congiungono con quelle provenienti dagli alimenti, è il centro del petto tra i due capezzoli. Qui si compie la composizione tra Xue e Qi, e l'effetto si propaga in tutto l'organismo negli zang-fu. Esso rappresenta il ritmo della vita che respira e si nutre, Cielo e Terra, è la convergenza dello yin e dello yang. Per questo il Maestro del Cuore è in stretta relazione col Polmone quale responsabile del Qi in tutto il corpo, ma Sangue e Qi viaggiano insieme, energia di Xue con Qi.

Stimolare con la pressione delle dita questi due punti (punto 6 e punto Tanzhong) è una tecnica fai-da-te per scaricare la tensione. Non così efficace come la coppettazione e la terapia manuale orientale, ma più semplice da praticare, specie nelle situazioni di emergenza.

2° passo: Disintossicare le tossine

Un altro importantissimo step per rimuovere la tensione è disintossicare il fegato.

Secondo la Medicina Tradizionale Cinese un ristagno di energia nel fegato è legato ai disturbi del sonno e a stati di tensione emotiva.

Dunque è indispensabile rimuovere questo ristagno e disintossicare il fegato.

Il momento della giornata in cui il fegato e la cistifellea sono al massimo della loro attività è tra le 23:00 e le 3:00 di notte.

È importante stare sdraiati durante questo periodo. In tal modo si attiva la capacità di questi organi di espellere le tossine in modo naturale.

È fondamentale allora andare a letto un po prima delle 11:00, meglio se almeno ale 22:30.

E' possibile disintossicare il fegato anche grazie all'alimentazione: tarassaco e carciofi sono straordinari per i loro effetti depurativi.

E ora ricarichiamo le batterie!energia fisica

Una volta scaricata la tensione e disintossicato il fegato, siamo nelle condizioni migliori per ritrovare la vitalità. Dobbiamo, in altri termini, "ricaricare le batterie".

Per ricaricare le batterie ci sono due ingredienti fondamentali: mangiare bene e dormire bene.

Ci sono alcuni alimenti che sono particolarmente adatti a questo scopo:

  • Centrifuga di frutta e verdura di stagione e locali con estrattore a velocità lenta
  • Bacche di Goji

Per ricaricare veramente le batterie è fondamentale dormire bene. Se soffri di disturbi del sonno puoi leggere questo articolo sui segreti per dormire bene

In questo articolo ti ho spiegato quali sono i principi della medicina orientale legati al recupero delle energie dopo l'attività fisica.

Il mio consiglio è di prenderti cura delle tue energie, perché non sono eterne e di aiutare il tuo corpo a riposare e a mantenersi in ottima salute grazie a scelte di vita equilibrate.

Dr. Leo Chen

Dr. in Medicina Shaolin - Specialista in Osteopatia Orientale